Loading

Giulio Iacchetti

Castelleone, 1966

Giulio Iacchetti è impegnato nella ricerca e definizione di nuove tipologie oggettuali. Nel 2009 è stato insignito del Premio dei Premi per l’innovazione, conferitogli dal Presidente della Repubblica Italiana per il progetto Eureka Coop, e la Triennale di Milano gli ha dedicato la personale “Giulio Iacchetti. Oggetti disobbedienti”. Da sempre attento all’evoluzione del rapporto tra realtà artigiana e design, nel 2012 ha inaugurato Internoitaliano, “fabbrica diffusa” fatta di tanti laboratori artigiani con i quali firma e produce arredi e complementi ispirati al fare e al modo di abitare italiani.

Parallelamente ha portato avanti la sua ricerca verso nuovi temi, come quello della croce, da cui è nata la mostra “Cruciale” al Museo Diocesano di Milano, nella Basilica di Santo Stefano Rotondo a Roma e al Castello di Lombardia a Enna. È stato vincitore del Compasso d’Oro nel 2001 con la posata multiuso biodegradabile il Moscardino (disegnata con Matteo Ragni per Pandora design) e nel 2014 con la serie di tombini Sfera (disegnata con Matteo Ragni per Montini).

→ C.Ar.D. Edizione 2016
→ giulioiacchetti.com